Fondazione Luigi Micheletti

Centro di ricerca sull'età contemporanea

News

Le ultime notizie sulla vita della Fondazione Luigi Micheletti e sulle iniziative organizzate...

16/04/2018 - Fondazione Luigi Micheletti
"Herbert Marcuse e il '68" - Conferenza di Marco Maurizi
Conferenza
Ingrandisci l'immagine

"Herbert Marcuse e il '68" è il titolo del prossimo appuntamento per il ciclo "Figure e Interpreti del Sessantotto - Cinquant'anni dopo", che si terrà presso la sala di lettura della Fondazione Luigi Micheletti in via Cairoli n. 9, a Brescia.


La conferenza si svolgerà lunedì 16 Aprile 2018 dalle 15.00 alle 18.00 e vedrà come relatore il filosofo italiano Marco Maurizi.


Il rapporto tra Marcuse e il '68 è complesso e tutt'altro che lineare e univoco. Abbiamo infatti a che fare con diverse fasi del pensiero di Marcuse e anche diversi volti del '68 stesso: basti pensare ai campus americani, alle barricate parigine, o al movimento studentesco della Germania federale.


La ricerca filosofica della Scuola di Francoforte trova nelle opere marcusiane degli anni '50 e '60 una sintesi politica che avrà più di un punto di contatto con il '68 e sicuramente sarà una delle fonti di ispirazione della cosiddetta New Left, con le sue aspirazioni libertarie e anticonformiste, con l'esigenza di un rinnovamento della vita che precede e anticipa la trasformazione socio-economica in contrasto con il rigido economicismo del marxismo ufficiale.


Marcuse stesso cercherà sempre un contatto con la rivolta studentesca e giovanile seppure la sua produzione dei tardi anni '60 e dei primi anni '70 sia integralmente volta non solo all'analisi ma anche alla critica delle potenzialità di questa nuova soggettività che emerge sulla scena politica del tempo.


Marcuse è una presenza costante e continua ma tutt'altro che pacifica in questa fase storica: la sua costruzione filosofica, in bilico tra marxismo, hegelismo e freudismo, si trova in consonanza con alcune delle movenze tipiche dell'azione e del pensiero sessantottesco ma al tempo stesso le sfida e le eccede, accendendosi talora della passione rivoluzionaria che animava quelle rivolte, tal altra facendosi implacabile diagnosi delle involuzioni, delle difficoltà oggettive e degli errori tattici e strategici cui esse andranno incontro.


L'incontro è organizzato dalla Fondazione Luigi Micheletti insieme all'ISREC - Istituto di storia contemporanea di Piacenza e dall'Istituto Nazionale "Ferruccio Parri", in collaborazione con l'ISEC - Istituto per la storia dell'età contemporanea e l'Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea "Giorgio Agosti".


L'iniziativa rientra nel ciclo di incontri "Figure e interpreti del Sessantotto", valido per la formazione degli insegnanti.