Fondazione Luigi Micheletti

Centro di ricerca sull'età contemporanea




News

Le ultime notizie sulla vita della Fondazione Luigi Micheletti e sulle iniziative organizzate...

22/08/2022 - Fondazione Luigi Micheletti
"Giorgio Nebbia precursore della decrescita" di Marino Ruzzenenti
Pubblicazione
Ingrandisci l'immagine

Segnaliamo il volume "Giorgio Nebbia precursore della decrescita. L'ecologia comanda l'economia. Con una selezione antologica di suoi scritti", di Marino Ruzzenenti (JacaBook, 2022).


Il rapporto tra ecologia ed economia è stato al centro degli interessi scientifici di Giorgio Nebbia per almeno cinquant'anni. Egli ha dimostrato che l'ecologia deve comandare l'economia se l'umanità vuole avere un futuro sul pianeta. Si tratta di una sorta di rivoluzione copernicana: di fronte al palese insuccesso di un'economia che ha promesso e cercato senza risultati di integrare il vincolo ecologico, è al contrario l'ecologia che deve integrare l'economia, liberandola dal dominio artificioso del PIL espresso in termini monetari e dall'illusione di una crescita infinita. L'economia va sottoposta ai limiti fisici e reali dei flussi di materia ed energia, che dalla natura vanno all'economia e da questa, purtroppo degradati, tornano alla natura. La ricerca scientifica di Giorgio Nebbia ci ha lasciato lo strumento che concretamente può conseguire questo obiettivo: il calcolo del Prodotto interno materiale lordo (PIML). Uno strumento che ancora oggi trova grande attenzione nel mondo scientifico internazionale.


MARINO RUZZENENTI, storico dell'età contemporanea e in particolare di temi ambientali, collabora con la Fondazione «Luigi Micheletti» di Brescia. Per Jaca Book ha scritto: "Un secolo di cloro e PCB. Storia delle industrie Caffaro di Brescia", (2001); "L'Italia sotto i rifiuti" (2004, ult. ed. 2008); L"'autarchia Verde. Un involontario laboratorio della green economy" (2011) ; "Veleni negati. Il caso Caffaro" (2021). Ha curato, con Pier Paolo Poggio, "Il caso italiano. Industria, chimica e ambiente" (2012) e "Primavera ecologica «mon amour». Industria e ambiente cinquant'anni dopo" (2020, menzione speciale al «Premio Acqui Ambiente»); ha inoltre partecipato al volume postumo di G. Nebbia "La terra brucia. Per una critica ecologica del capitalismo" (2020, a cura di L. Demichelis).